Cos’è la chirurgia di riduzione del seno?

La chirurgia di riduzione del seno è un’operazione che viene eseguita per eliminare i problemi visibili nei seni come il cedimento e la dimensione più grande del normale.

La chirurgia di riduzione del seno è una procedura applicata per prevenire il cedimento del seno, che si manifesta dopo il parto e l’allattamento, e per sollevare i seni in modo da prevenire il mal di schiena causato da quest’ultimo. L’intervento è uno degli interventi estetici che possono essere applicati anche alle persone che sono insoddisfatte delle loro dimensioni.

Come si esegue l’intervento di riduzione del seno?

L’intervento di riduzione del seno è un processo che può essere applicato a tutte le persone che hanno più di vent’anni e si esegue in modo sicuro rimuovendo i tessuti grassi in eccesso. L’intervento viene fatto in anestesia generale e dura da 2 a 4 ore a seconda delle dimensioni. I tessuti adiposi in eccesso vengono rimossi attraverso l’incisione e poi la pelle viene chiusa, l’intervento viene completato mettendo un tubo di drenaggio.

Metodi di riduzione del seno

I metodi di riduzione del seno più spesso utilizzati sono le tecniche a T rovesciata e l’innesto libero del capezzolo. Il medico opterà per il metodo che più si adatterà al paziente e sceglierà la tecnica chirurgica.  Il metodo che viene più utilizzato e che lascia il minor numero di cicatrici è la tecnica a T rovesciata.

Prima dell’intervento di riduzione del seno

Prima dell’intervento di riduzione del seno, per trovare un medico qualificato ed esperto e un ospedale ben attrezzato, si dovrebbe fare una buona ricerca per sottoporsi ad un intervento di successo. Il metodo che si adatta alla paziente dovrebbe essere determinato dal medico e le aspettative dell’intervento dovrebbero essere fornite al medico.

Poiché si tratta di un’operazione chirurgica, il paziente deve smettere di fumare e consumare alcool e droghe al fine di garantire un’operazione di successo. I fluidificanti del sangue devono essere interrotti ed è necessario uno scambio di informazioni tra il medico e la paziente su questi argomenti.

Quali sono i rischi della chirurgia di riduzione del seno?

Come per tutte le operazioni chirurgiche, è possibile avere diversi rischi durante il processo di riduzione del seno. Oltre alla possibilità di sanguinamento e infezione dopo l’intervento, ci può essere la perdita della sensazione del capezzolo. Come altri interventi chirurgici, l’intervento deve essere eseguito in condizioni sterili da un medico esperto e qualificato perché non si manifestino problemi di salute.

L’intervento di riduzione del seno lascia delle cicatrici?

Come con qualsiasi procedura chirurgica, il paziente avrà delle cicatrici dopo l’intervento di riduzione. Il grado di cicatrici dipende dalle tecniche chirurgiche. Nel tipo di incisioni a lecca-lecca, l’intervento lascia un piccolo grado di cicatrici, ma nella tecnica a T rovesciata si sperimenta un alto grado di cicatrici.

Dopo l’intervento di riduzione del seno

Dopo l’intervento di riduzione del seno il paziente dovrebbe riposare a casa per una settimana ed evitare attività fisiche faticose. Per non avere dolori e non avere complicazioni, si deve indossare il reggiseno sportivo consigliato dal medico e si devono usare regolarmente i farmaci consigliati. I giorni di medicazione che il medico stabilisce, non devono essere saltati e bisogna evitare di sollevare cose pesanti per proteggere il seno.

La paziente ha molto dolore dopo l’intervento?

In caso di dolore dopo l’intervento di riduzione del seno, gli antidolorifici consigliati dal medico e l’applicazione di ghiaccio sono sufficienti per dare sollievo al paziente. Il dolore, il gonfiore e i lividi possono verificarsi come spesso accade con qualsiasi intervento chirurgico. Questi problemi sono temporanei e possono essere controllati facilmente con i consigli del medico.

La chirurgia di riduzione del seno causa il cancro al seno?

La chirurgia di riduzione del seno non scatena alcuna malattia. Allo stesso modo, non causa il cancro al seno. Dato che tutti i test e gli esami sono applicati alle pazienti che hanno più di quarant’anni, eliminando il rischio di cancro si evita questo tipo di problema.

Dopo l’intervento, seguendo le istruzioni del medico, la paziente può tornare alla sua vita quotidiana una settimana dopo e il medico informa la paziente che i seni impiegano sei mesi per acquisire la loro forma finale.

Cosa bisogna considerare dopo l’intervento di riduzione del seno?

Il medico consiglia di riposare almeno per tre giorni, di prendere regolarmente antidolorifici e antibiotici. Indossare un reggiseno sportivo per un mese sostiene il nuovo profilo del seno.

Le prime quattro settimane sono importanti e la paziente deve evitare il lavoro duro e le attività fisiche faticose.

Per vedere la forma finale del seno sono necessari da 6 a 12 mesi. Se necessario, i punti vengono rimossi quindici giorni dopo. Poiché il fumo è un fattore importante che influisce sulla guarigione delle ferite, il medico consiglia alla paziente di non fumare per un mese.

Finché la paziente segue assolutamente i consigli del medico, il processo sarà completato con successo.

Prezzi della riduzione del seno

Il punto più importante della chirurgia di riduzione del seno che i pazienti si chiedono è il prezzo dell’intervento. Per poter dare informazioni chiare sui prezzi della riduzione del seno, prima di tutto, il paziente deve sottoporsi a una visita medica.

La tecnica applicata al paziente, la qualità dei materiali utilizzati, la posizione dell’ospedale e anche il campo di specializzazione del medico andranno a influire sui prezzi, è necessario pertanto prenotare un appuntamento.